Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Piattaforme: PC, PS3, PS4, PS Vita, Xbox 360, Xbox One, iOS

Sviluppatore: Telltale Games

Genere: Avventura

Data di uscita: 25 Novembre 2014

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Tales from the Borderlands non rifugge dalla natura oltraggiosa e sopra le righe dell'IP Borderlands. Contrariamente a titoli dai toni più scuri e seri, come Game of Thrones, The Walking Dead e The Wolf Among Us, questo titolo abbraccia il lato più leggero e la grande quantità di successo del gioco su cui si basa, soprattutto in termini di narrazione. Si sacrificano scene importanti di azione guidata per momenti esilaranti, che compensano abbondantemente sul lungo periodo.

Telltale è più comunemente conosciuta per il suo racconto a episodi The Walking Dead, e Tales from the Borderlands funziona in modo simile. Giochi di questo tipo non sono stati sotto i riflettori per un lungo periodo di tempo, quindi è importante delineare esattamente quale sia il racconto di Borderlands. Per chi ama Borderlands 1 & 2, questo gioco non è purtroppo l'ultima uscita della serie, ma nell'attesa si tratta di una distrazione eccezionale. Telltale ha siglato un accordo con Gearbox Software e 2K Games per realizzare un'avventura a episodi guidata dalla storia, che coinvolge elementi dell'IP Borderlands. I personaggi sono principalmente delle nuove figure create al fine di ottenere il presente titolo spin-off, e non ci saranno in futuro nei giochi principali. In Tales from the Borderlands siamo calati in una storia di azione pesante e veloce. All'interno di ciascuno dei cinque episodi separati si devono prendere delle scelte durante i dialoghi, affrontare eventi QTE e, naturalmente, le scelte decisive alterano (in parte) la storia generale. Ora che abbiamo fornito queste informazioni, quanto è grande in realtà Tales from the Borderlands?

Tales from the Borderlands offre tutto ciò che ci si aspetta da un titolo Telltale, ma trasforma la formula normale con il suo generale tono umoristico. Borderlands è noto per la sua ilarità ed il suo divertimento oltraggioso, e Telltale offre un tentativo esemplare per ricreare questo universo. Come appassionato fan di Borderlands, ero cauto nell'avvicinarmi a questo titolo spin-off, perché ero preoccupato che un tale cambiamento di direzione potesse far male alla serie. Al contraio, questo gioco favorisce la quantità di profondità che vi è nel mondo di Pandorian di Borderlands. Non abbiamo bisogno di milioni di armi da fuoco e di un gameplay esplosivo ad ogni turno per essere interamente incuriositi dal suo universo. Che bello, naturalmente; tuttavia una trama avvincente è più che sufficiente. La formula delle scelte di Telltale continua ad eccellere nel fornire dei dialoghi credibili, in cui è piacevole selezionare le frasi. Tales from the Borderlands spinge ulteriormente questa idea, includendo scelte di dialogo divertenti che probabilmente hanno zero effetti sulla storia nel suo complesso, ma che porteranno indubbiamente un ampio sorriso sul vostro viso.

I dialoghi, tuttavia, non sono la totalità del gioco. Le sequenze d'azione sono un aspetto importante in questi titoli, e sono abbondanti in Tales from the Borderlands. Il fatto più importante è che sono grandi, non semplicemente presenti. Evolvendo i talvolta banali QTE dei suoi titoli precedenti, Telltale in questo gioco tenta di scuotere la formula, fornendo interessanti sequenze d'azione che si differenziano dal normale. Nell'episodio iniziale della serie, sei al controllo di un Hyperion Loader Bot e fai saltare in aria i cattivi. Non fraintendetemi, però, sono ancora sequenze apparentemente QTE. Questo non cambia in Tales from the Borderlands, ed è forse sicuro dire che sarà così con tutti i titoli Telltale. L'importante è essere sempre consapevoli di questo aspetto e non avere false aspettative e, di conseguenza, non rimanere delusi. Questo è un gioco essenzialmente narrativo. Per fortuna, il racconto è fenomenale. Nel corso degli episodi tre e quattro, la campagna ha avuti alcuni evidenti momenti di calo, ma questi sono stati compensati dalle scene successive. Questa è probabilmente la più forte narrazione che Telltale abbia prodotto fino ad oggi.

Tales from the Borderlands è incredibile, ma perché sia effettivamente così, è sacrificata la quantità di scelte che si possono effettivamente prendere. Come sopra indicato, molte delle vostre eventuali decisioni optano invece per l'ilarità, piuttosto che per l'impatto, che opera in maniera a sé stante ma diversamente. Un grande aspetto di titoli come questo è la capacità di modificare il modo con cui la storia si sviluppa, ma ci sono state molte volte in cui avevo la possibilità di selezionare un risultato ma, in ultima analisi, non aveva importanza quello che volevo; un'altra cosa succedeva a prescindere. Nei giochi Telltale, le vostre scelte non stravolgono completamente la conclusione della storia, e questo sembra ancora più evidente in Tales from the Borderlands. L'umorismo del gioco compensa questo aspetto, che potrebbe danneggiare la qualità complessiva del titolo, ma fa male per quanto riguarda qualsiasi tipo di rigiocabilità della serie.

Infine, come per ogni serie che Telltale produce, si ha qualche tipo di problema tecnico durante lo svolgimento del gioco. Questo accade sicuramente, come il sole che sorge ogni mattina. Ho giocato a Tales from the Borderlands con la PlayStation 4, che è una delle più potenti piattaforme rilasciate. Anche così, mi sono imbattuto in sottili problemi tecnici. Vi è apparentemente una luce che splende alla fine del tunnel tecnico, perché i problemi sono diminuiti con ogni versione successiva, ma sono sempre presenti in Tales from the Borderlands. Sono completamente scioccato per il fatto che uno sviluppatore come Telltale, che rastrella senza dubbio una discreta quantità di denaro, non è stato in grado di porre rimedio a questi problemi pressanti. Avere dei salti di fotogrammi o dei lunghi tempi di caricamento sulla PlayStation 4 mi ha spaventato per coloro che alla fine giocheranno con l'iPhone o la PS Vita. Ovviamente queste questioni tecniche riguardano appena la vostra esperienza complessiva, ma è stancante vederli in ogni serie che producono.

Nonostante i problemi tecnici, Tales from the Borderlands offre una storia indimenticabile e divertente, che è sicuramente una delle migliori che Telltale abbia sviluppato nel corso degli anni. Ogni episodio si basa logicamente sul precedente, e scorre incredibilmente bene. Il problema generale con i titoli Telltale è il fatto che variano il loro programma di rilascio, ma non si dovrà attendere con Tales from the Borderlands, perché ogni episodio della quinta stagione è stato sviluppato e rilasciato per il pubblico. Questo è un titolo a cui è più facile giocare, rispetto a qualcosa come The Walking Dead o Game of Thrones, ma vi incoraggio a giocare a questa meravigliosa serie spin-off. Con l'ilarità continua ed una trama esilarante che ti tiene incuriosito per tutta la sua interezza, Telltale è al suo meglio con Tales from the Borderlands.

Fonte: 8bitchimp.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to Stumbleupon