Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


Piattaforme: PC, Mac, Linux

Sviluppatore: Pixel Pi Games

Genere: Avventura, indie

Data di uscita: 20 Ottobre 2015

Modalità: Single player

Supporto per il controller: Sì

Pulse è un gioco di avventura ed esplorazione in prima persona, sviluppato e pubblicato da Pixel Pi Games. Si tratta del primo titolo di questo studio, vincitore degli Unity Award durante la conferenza Unity, e nominato per il premio Student Showcase all'Indipendent Games Festival. Il gioco in sé è il prodotto di una campagna Kickstarter di successo, come risultato di questi premi.

Si viaggia nei panni di Eva, una giovane ragazza che ha perso la vista in età precoce, e che da allora ha sviluppato la capacità di "vedere" il mondo attorno a lei grazie al suono. Usando questa capacità, e con l'aiuto delle creature della foresta, esplora dei sentieri proibiti su cui camminarono un tempo i suoi antenati, al fine di scoprire la verità. Questo mondo è sull'orlo del collasso. I terremoti scuotono il paese, ma perché?

Man mano che si svela la storia di Eva, ella impara attraverso i suoi sensi rimanenti che il mondo è bello e pericoloso. Il mondo che credevamo di conoscere non è esattamente quello che credevamo che fosse, a quanto pare la verità è piuttosto dolce-amara. Tuttavia il viaggio non è in solitaria, dal momento che si è in qualche modo guidati da una creatura che sembra un corvo; si è inoltre aiutati da altre creature conosciute come Mokos, che aiutano in maniera insolita ad attraversare determinate zone.

Il gioco è abbastanza insolito per via dell'uso della cecità, il che lo rende contro-intuitivo dal punto di vista dello sviluppo, dal momento che uno sviluppatore di giochi raramente vorrebbe limitare deliberatamente la quantità di visione che avete. Naturalmente, è essenziale in un gioco come questo, ma il modo in cui si procede è estremamente interessante. Per aggirare l'aspetto dell'essere ciechi, è disponibile una serie di diversi meccanismi. Ogni passo o salto fatto dal giocatore crea un'increspatura o "impulso" del suono, che permette di "vedere" il mondo intorno a te.

Il vento che passa attraverso gli ambienti avrà lo stesso effetto, e in alcune occasioni ci sono i terremoti citati in precedenza, che attraverso la vostra abilità "illuminano" il mondo per voi. Fuochi sparsi "accendono" una zona molto piccola ed agiscono come checkpoint. Infine ci sono i Mokos, ridicolmente carini (dovrete scoprire come vi aiutano).

Il più grande problema che ho avuto è lo stesso che si ha con i giochi che raccontano la storia solo per mezzo del testo, a mio avviso; quando un gioco non ha una narrazione deve essere messo in pausa fino alla pressione di un pulsante, il che permette di giocare a quelli di noi che leggono un po' più lentamente. Va notato che il gioco è estremamente breve, e che può essere completato in meno di 30 minuti. L'unico vero problema che ho sperimentato riguardava la modalità ingrandita delle immagini.

Il gioco presenta degli ambienti estremamente belli e colorati, ed appaiono come sfondi semi-trasparenti che, per mezzo delle mie onde / impulsi si trasformano in una miscela di colori che non sarebbe fuori luogo in una galleria d'arte. La colonna sonora, creata con amore da Joel Corelitz di Waveplant Studios, s'inserisce perfettamente nel gioco ed è di per sé piuttosto bella, ed aggiunge molto all'estetica complessiva. Gli effetti sonori sono ben realizzati per mezzo dell'uso del vento, del fuoco, dei versi dei Mokos e di altre cose. Gli effetti sonori sono anche utilizzati per trasmettere il senso del pericolo al giocatore, e questo aggiunge immersione nel mondo di Eva.

Nel complesso il gioco è altamente stilizzato ed un po' insolito e strano; il modo con cui si gioca nella storia è molto interessante ed accattivante. Il mondo intero è molto bello e pieno di colore, il che contrasta con il fatto che la protagonista è cieca. Anche se non mi dispiacciono i giochi che sono brevi ma che offrono un'esperienza completa, in effetti il prezzo riflette con precisione la lunghezza dell'esperienza. Non sono del tutto convinto che poter completare con successo il gioco in meno di 30 minuti sia una buona idea.

Nonostante il fatto che questo tipo di giochi, inizialmente, non fossero "la mia tazza di tè", sto sicuramente iniziando a considerarli buoni, dato che normalmente sarei passato oltre. Finirò questa recensione dicendo questo: tutto il gioco mi ha costantemente ricordato il seguente testo da Reverence of Faithless: "Tu non hai bisogno di occhi per vedere. Hai bisogno di visione." (Oh, un'ultima cosa: i Mokos sono super carini, ne voglio uno!)

Fonte: pressa2join.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn