Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Piattaforme: PC, PS4

Mi sono tuffato in Paragon e lo devo proprio al fatto che non ero sicuro se mi piacesse. Per quanto riguarda i giochi da "battaglia in arena" multiplayer online, altrimenti noti come MOBA, devo riconoscere che sono super piacevoli o privi di originalità. Potete immaginare il mio sollievo quando è svanito il mio scetticismo, quando mi sono trovato catturato da Paragon e dalla sua bellezza, è stato come una boccata d'aria fresca.

Paragon di Epic Games è un MOBA unico, nel senso in cui le scelte strategiche sono la chiave del successo nella lotta contro la squadra avversaria. Non solo sono stato gettato in un combattimento esplosivo, ma mi sono trovato vicino, personalmente, ai miei nemici in un approccio in terza persona. Oltre alla gara ed al fatto di sostenere una lotta intensa, ho avuto modo di apprezzare l'aspetto di forza del mio eroe, in quanto combatteva ferocemente la battaglia lungo la strada verso la vittoria. Ogni eroe ha una quantità infinita di vite e la battaglia ricomincia dieci secondi dopo la sua morte. Perfetto, questo mi dà appena il tempo di lampeggiare e di riprendermi da una sconfitta un po' imbarazzante.

L'aspetto più interessante di Paragon riguarda i suoi eroi, che sono assolutamente incredibili, a dir poco. La selezione diversificata è eccezionale, in modo che ogni eroe si integra con gli altri, e questo è esattamente quanto ha voluto Epic Games nel progettarli. Dai vacillanti attacchi a distanza, utilizzando ad esempio un arco e una freccia, agli attacchi corpo a corpo, il combattimento è equilibrato e inventivo.

Non solo gli eroi di Paragon sono unici, ma i giocatori non devono sborsare un centesimo per aggiornarli o sceglierne di nuovi, il che è musica per le mie orecchie, perché io sono abbastanza a buon mercato. Ogni tre settimane o giù di lì, nuovi eroi vengono introdotti per costruire meglio il proprio roster di campioni inarrestabili. Già con una varia selezione fra cui scegliere, ho felicemente iniziato a sperimentare chi meglio si adatta al mio stile di combattimento, perché... voglio prosperare. Ovviamente, voglio raggiungere il più alto livello di padronanza.

Ovviamente la demo di Paragon non offre ancora tutte le sue caratteristiche interessanti o tutte le arene. In realtà è una specie di presa in giro, perché ho avuto un assaggio di gloria e ora voglio di più. Anelo a salire di livello con il mio squisito eroe che ho scelto e sul quale sto ancora meditando, mostrare la mia fedeltà e perizia... o essere presto competitivo.

Ora, se siete come me ed in genere non vi associate alle comunità dei videogiochi on-line, e preferite fare le cose con uno stile da lupo solitario, c'è l'opzione di gioco "Solo vs IA". Questo, fondamentalmente, porta i compagni di squadra e gli avversari ad essere entrambi controllati in qualche maniera dal computer. Se in maniera intelligente, è però ancora da determinare. Finora, per me, viene fatto molto bene. In caso contrario, proprio come in qualsiasi altro MOBA, è disponibile la possibilità di combattere contro una squadra avversaria controllata dalla IA a fianco di veri esseri umani, per coloro ai quali capita di godere anche delle interazioni sociali. Mi pare che sia molto inviso a loro.

Non appena ho iniziato la mia spedizione attraverso quella che sembrava essere un'arena boschiva di tipo TwinBlast, una suggerita quando i giocatori iniziano a giocare, la prima cosa che ho percepito è stata il coinvolgimento negli ambienti tridimensionali. Ogni cosa che modellava il mondo di Paragon era stupenda. Piuttosto istantaneamente, però, sono stato tolto dal mio stato di soggezione dalla voce profonda del presentatore che, devo ammettere, replicava un po' gli annunci di Unreal Tournament, a volte. Ah, i bei vecchi tempi.

Passeggiando per l'arena, e intendo letteralmente passeggiare a causa della mancanza di velocità che si ha con le armi TwinPack spianate, il presentatore ha comunicato che i servitori avevano deposto le uova. Si scopre che ogni squadra è dotata di assassini in miniatura che mi guidavano per la mia strada verso la vittoria. Personalmente, trovo che i servi siano un'ottima aggiunta a Paragon perché, anche se non sono molto potenti, sono in grado di aiutare i giocatori che si trovano in un vicolo cieco.

Inoltre, ho notato diverse sfere sparse per l'arena, in particolare una chiamata CXP (carta dei punti esperienza). In genere, sì, distruggendo un avversario ti vengono concessi dei punti esperienza, ma queste sfere color ambra sono anche essenziali da raccogliere. Ho dovuto leggere cosa siano le CXP sul blog di Epic Games, perché ovviamente il loro aspetto sbalorditivo che mi stava dando lo schermo del mio computer non mi stava facendo alcuna giustizia.

Paragon scalfisce appena la superficie del significato dei livelli delle carte; in estrema sintesi, le carte sono ciò che dà agli eroi delle abilità speciali e dei poteri che possono essere attivati durante il combattimento. Chiaramente l'obiettivo è quello di raccogliere tutte le CXP raggiungibili o, almeno, questo è il mio obiettivo.

Consiglio a chiunque voglia avere una solida conoscenza sulle meccaniche in generale di dare una rapida occhiata alla guida didattica di base di Paragon, sul blog di Epic Games.

Nella sua interezza (finora), sono rimasto molto impressionato da quello che Paragon ha portato in tavola, anche se è solo un assaggio di quello che verrà Il combattimento in terza persona è innovativo, con i giocatori che sono coinvolti in un eccitante impeto d'euforia. Desidero avidamente sperimentare altre sorprendenti arene, eori da scegliere e livellare i miei campioni ad un punto in cui siano inarrestabili, perché questo è l'obiettivo finale.

Fonte: vpdaily.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn