Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Microsoft ha portato un cambiamento epocale nel mondo videoludico, quando ha annunciato che Quantum Break, che doveva essere un'esclusiva per Xbox One, verrà rilasciato anche per PC. L'onda d'urto che ha immesso nel mondo dei videogiochi ha creato il tipo di polarizzazione che solo Microsoft può portare con il suo stile di PR e marketing.

Da un lato i proprietari di Xbox One si sono sentiti traditi, dall'altro chi non la possiede si è sentito euforico perché non deve acquistarla per giocare a questo titolo. La risoluzione di Microsoft, guidata dal capo della divisione Xbox Phil Spencer, per il fatto di rilasciare il gioco su PC offre l'impegno dell'azienda per far crescere Windows 10 su ogni tipo di dispositivo. La domanda che non è riuscita ad emergere a causa dell'annucio confuso su tutta la linea è la seguente: qual è esattamente la ragione per possedere una Xbox One ed il suo valore?

Steam ha stabilito di essere l'azienda in grado di salvare i giochi per PC. Valve si è fatta promotrice della realizzazione di una modalità sistematica per portare presenza e valore nel paesaggio dei giochi per PC. Microsoft ha sempre avuto il desiderio di supportare il gioco su PC. Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft, si propone di essere un qualcosa di unificante per tutte le piattaforme. L'ironia è che mentre Valve s'impegnava con sforzi mentali, software e servizio ai clienti al fine di aiutare sviluppatori e giocatori, Microsoft era nel territorio delle console. I giocatori che usano le console hanno una mentalità diversa, in quanto sono focalizzati sulle esigenze di un ecosistema chiuso, esistente solo per giocare, ed il valore è per loro rappresentato dal gioco, rispetto al possedere un PC. Sono stati spesi miliardi di dollari per dimostrare che le console sono il posto giusto per giocare, nonostante il fatto che i PC siano potenti. Le console sono diverse per la natura dei loro giochi e per i gusti del pubblico. Il successo di Nintendo e Sony, insieme ad altri che hanno abbellito lo spazio delle console, fa notare che sapersi distinguere significa saper realizzare qualcosa, nutrirla e rispettarla.

Delle tre generazioni di console Microsoft, solo una è stata veramente eccezionale nel portare il marchio Xbox nello spazio delle console: la Xbox 360, che ha catturato i cuori e i dollari dei giocatori, per il fatto di avere una personalità ed un'identità distinte. Sono state perfezionate cose nuove e ben fatte: Xbox Live, la modalità co-op nei giochi, la comunicazione e l'intrattenimento. La Xbox 360 era chiara in quello che rappresentava, e per ciò che non era. Poi sono venuti i giochi, che hanno espanso la loro portata, offrendo esclusive che hanno avuto un impatto sui giocatori. Microsoft ha sviluppato una sua identità con fatica, tempo e denaro. Nell'epoca della Xbox One, Microsoft soffre di percezione e di problemi riguardanti il marchio. La Xbox One si è un po' rovinata a causa del combattimento PR contro il successo della PlayStation 4. La crescita di Sony ha prima di tutto portato soddisfazione alla sua base, offrendo agli sviluppatori la capacità di fornire titoli che hanno riportato il marchio della console in auge fra i giocatori. Se si chiede alla maggior parte dei giocatori che possiedono le console quale sistema sia il migliore, molti puntano sulla PlayStation 4. La domanda è: perché? La risposta è semplice. Il successo di Sony nel superare la console Xbox One di Microsoft è dovuto al fatto che quest'azienda ha coltivato ciò che significa avere una console PlayStation per giocare.

Microsoft ha una partecipazione in entrambi gli spazi: PC e console. Garantire la crescita di entrambi è un esercizio fondamentale per fare in modo che le attività di Microsoft riguardanti i giochi siano ampie e redditizie. In un colpo solo, però, Microsoft ha tolto il valore del possedere una Xbox One, spogliando inoltre Windows dall'avere una chiara identità di gioco. Microsoft ha involontariamente confermato ai giocatori che in realtà non è focalizzata sullo sviluppo di una proposta di valore per ogni dispositivo che porta il suo marchio. E' tutto un ecosistema omogeneo, come il pubblico. Allora, perché avere un'identità? Perché questo significherebbe dare soddisfazione ai sostenitori della Xbox One. Windows 10 è tutto ciò che conta, a dispetto del garantire che la Xbox One abbia una posizione solidificata, con qualcosa che la distingua per essere acquistata.

C'è davvero un rischio nel non possedere una Xbox One? No. C'è l'urgenza di acquistarne una? No. Quindi, è necessario addirittura che la Xbox One esista, a questo punto? No... La console non è davvero un grande piattaforma per i giochi multipiattaforma, la PlayStation 4 ha in mente una quota di esclusive per i giocatori, per i quali vale veramente la pena avere una PS4. Nessuno è sicuro riguardo a dove si possa inserire la Xbox One in questa equazione. Certo, è bello avere la possibilità di giocarci, ma dov'è la motivazione? Perché commercializzare una line-up di esclusive per Xbox One, quando in realtà questo non significa nulla? Uncharted 4 è il miglior esempio di come affinare la vostra base, portando a bordo nuovi e motivati clienti. L'uscita di Uncharted 4 è prevista vicino a quella di Quantum Break, e non vi è alcun dubbio dove si possa giocare a questo gioco. Non c'è una visione confusa o una scissione fra le piattaforme. Sony ha capitalizzato sulla realizzazione di un presente che unifica piattaforme e servizi. Sicuro. Sony conprende pienamente cosa rappresenta Uncharted 4 per la PlayStation 4. Per chi non possiede questa console, questo titolo è una ragione per averla. Quantum Break rappresenta un passo indietro dopo tutte le lotte e le guerre che Microsoft ha combattuto per i suoi servizi ed i suoi dispositivi. Per fare qualcosa di giusto in ambito business, hanno fatto la cosa sbagliata per il marchio. Quantum Break dovrebbe essere un regalo egoistico alla console, in modo che l'identità della Xbox One in questa generazione abbia un significato.

Micosoft ha molti giochi indie che rientrano nel loro programma Xbox, e questa è una possibilità per focalizzarsi sulla ricerca di titoli importanti che possono davvero dare un'identità a Windows 10 su PC. Dare lo stesso livello di supporto ad uno sviluppatore che non si siede semplicemente sul prossimo "League of Legends". Questa è focalizzazione. La creazione di un valore che non è possibile trovare altrove migliora quello che Microsoft sta facendo con i dispositivi che utilizzano Windows 10. Quantum Break è il titolo sbagliato da utilizzare per unificare tutto con Windows 10. Questo dovrebbe essere riservato ad un titolo che non è stato annunciato con un tale potenziale di successo. Il marketing che si sta facendo con i dispositivi Xbox One e Windows 10 è un esercizio di vendita di massa, ma solo una versione farà bene, non si deve prestare attenzione a tutto quanto. I giocatori possono ora guardare al negozio PC Windows e trovare nuovi titoli unici che meritano di essere al primo posto per questa piattaforma. Se non si hanno titoli veramente in esclusiva per Xbox One, questo apre la porta a Sony per rendere il marchio adatto a questo tipo di vendite.

In effetti, ora, Microsoft ha costretto lo zoccolo duro della sua base ad essere d'accordo con i suoi detrattori. Microsoft delude sempre il pubblico, quando si presenta il momento giusto. Se a molti dite che la Xbox One ha dei titoli in esclusiva, verrete assaliti dal cinismo e da risate. Microsoft, con tutta la buona volontà che Phil Spencer ha impiegato per far crescere il marchio Xbox, ha reso un argomento fragile quello dei titoli in esclusiva. A Microsoft questo non importa, quindi non dovrebbe importare anche alla sua base di sostenitori. Qual è la ragione per possedere una Xbox One? Ho un PC, e potrei anche acquistare solo una PlayStation 4. Se in 11 ore è stato annunciato che la più attesa esclusiva per Xbox One sarà grande per tutti i giocatori, anche la Xbox One può ottenere i miei dollari ogni volta che ne ho voglia.

Quantum Break sarà un successo, ma il danno cha ha fatto all'identità ed alla ragione per possedere una Xbox One farà male ai giocatori e a Microsoft. Qui non importa quanto è stato detto, perché giocare su PC è lo stesso che giocare sulla Xbox One. Potete ora relegare la vostra Xbox One nello stesso posto in cui vi sono il Seaga Saturn, il Sega CD, il 32X, il Neo Geo, il Game Cube, il Seaga Dreamcast e il Game Gear. Salvo che per un paio di titoli, non c'è alcun motivo reale per possederne una. Occorre dare credito ad ogni singola persona che non ha mai creduto nella console di Microsoft, e che pensa che non si curi di essa. In un pomeriggio, Microsoft ha distrutto gli ultimi 15 anni di gioco sulle console Xbox. E' stato fatto molto per nulla.

Fonte: thekingslayer.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to Stumbleupon