Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Parere: Chris Smith si domanda se Star Wars Battlefront multiplayer può conquistare un giocatore anche se manca di single player, solo con il suo fascino ed il forte IP.

Per lungo tempo, ho odiato giocare ai giochi multiplayer online con la passione furiosa di un Sith. Non sono abbastanza bravo per sopravvivere in questi mondi, non ho il tempo e la voglia per diventare abbastanza bravo per essere competitivo, e sono un po' contrario agli adolescenti brufolosi che raccontano le cose orribili che potrebbero fare a mia madre mentre vi fanno fuori.

Per me non c'è divertimento solo nel morire, invece che giocare. Mi fa arrabbiare. La rabbia porta ad odiare, l'odio porta alla sofferenza... di solito al mio povero gamepad. Così, in casa mia non ci sono modalità multiplayer, così titoli come Destiny, che non offrono una tradizionale campagna in single player, non ci sono. Nel mio modo di vedere le cose, penso: perché si deve pagare il prezzo pieno (più l'abbonamento PSN / XBL), per avere solo la metà dell'esperienza di gioco? Soprattutto quando si tratta di un mezzo di cui non ho mai usufruito!

Questo recente cambiamento è sgradito, ed è fonte di esclusione per iniziare. Ci si sente come degli sviluppatori che stanno facendo solo la metà di un lavoro. Molti dei miei amici la pensano allo stesso modo. Certo, siamo tutti sui trent'anni, ma ci si sente come se i giochi ci stiano lasciano alle spalle.

Quando ho sentito che Star Wars Battlefont sarebbe stato estremamente orientato verso il multiplayer, mi sono sentito naturalmente depresso. Dopo tutto, avevo comprato una PS4 con questo gioco in mente. Ma questo è Star Wars, giusto? Dovevo essere disposto a dargli una possibilità. Avrei potuto abbattere un AT-AT, pilotare un caccia TIE o fare una picchiata sulla luna boscosa di Endor con una Speeder Bike.

"Fare o non fare, non c'è che da provare", mi ha detto un amico incoraggiandomi, quando mi sono lamentato di essere "troppo vecchio per iniziare l'allenamento". Certo, c'era un'enorme probabilità di essere così totalmente demoralizzato entro le prime ore di gioco, che non avrei mai giocato di nuovo. Così ho spento il mio computer guida e sono andato oltre i miei sentimenti. Dopo quattro secondi nella mia prima missione Blast, il mondo è crollato. Uno Stormtrooper, da una posizione elevata, ha sparato alla testa del mio ribelle. E così ho iniziato le tre ore di gioco più miserabili di tutta la mia vita.

Sono tornato in vita probabilmente una dozzina di volte, nei 10 minuti iniziali, ottenendo esattamente zero uccisioni. E' stato un modello ripetuto, nel corso di una sessione in cui sono morto in ogni singola missione a cui ho tentato di giocare. Per il contesto, il mio rapporto uccisioni / morti, dopo più di due ore di gioco, è stato di 0,09.

Le missioni, in generale, si sentivano troppo simili, con un concetto ed uno scopo leggermenti diversi che organizzavano la mia morte. Che si trattasse del semplice sparatutto Blast, o Droid Run o Supremacy, dove si catturano delle cose e si difendono, questo gioco per la maggior parte mi è sembrato come un Call of Duty in costume da Star Wars.

Ho apprezzato le missioni Fighter Squadron, dove i combattimenti fra gli X-Wing e i caccia TIE erano brillantemente realizzati, ma soprattutto perché erano una pausa nell'azione basata sulle sparatorie, ed era molto più difficile essere uccisi così spesso.

Senti, io sono il tipo di ragazzo che gioca per divertirsi e per le storie, e non sono molto bravo. Non sono troppo orgoglioso di passare alla modalità Facile e di abilitare il puntamento automatico quando una sezione diventa troppo dura. Naturalmente, qui non posso farlo perché è multiplayer. Sono in un mondo in cui tutti quelli con cui mi scontro sono posizionati più in alto, hanno armi migliori ed hanno delle alte posizioni nelle classifiche.

Un'altra cosa che mi ha infastidito è l apossibilità di passare dai Ribelli all'Impero. Per che cosa sto lottando? Qual è il mio scopo? Esattamente, perché dovrei preoccuparmi di far vincere la mia squadra? Nelle missioni non c'è alcuna narrazione. Quando l'orologio termina la sua corsa e si è uccisi, basta ripetere la missione su un altro pianeta, o scegliere di essere uccisi in un altro modo decine di volte, e poi tutto da capo.

Sono andato a letto fumante di rabbia, ma mi sono svegliato con il desiderio di provarci ancora. "Deve imparare la pazienza", ho sentito dire da Kenobi. Solo che non potevo perché la mia connesione a banda larga era fuori uso. Un altro punto per l'esperienza multiplayer! Immagino che la pazienza possa venire in aiuto, dopo tutto.

Non fraintendetemi, DICE ha costruito un universo incredibilmente bello e dettagliato, in Star Wars Battlefront. Vorrei solo aver potuto apprezzare il tempo che ho passato in esso. Ho avuto un apprezzamento per la gente che passa a guardare i giochi, piuttosto che a giocarci. So quello che alcuni di voi stanno pensando: "E' colpa tua, vai a giocare a Sonic." Tuttavia, sono un fan di Star Wars prima di essere un giocatore, e so che innumerevoli persone che hanno una console si sentono allo stesso modo. Per me, Star Wars deve essere sempre accessibile e piacevole, qualcosa a cui tutti possano partecipare, indipendentemente dal loro livello di abilità. Quando si rilascia un gioco di Star Wars, con questo tipo di campagna pubblicitaria e di attesa, questo non deve essere escluso.

Certo, è stata costruita una modalità multiplayer dinamite per giocatori hardcore, ma i giocatori delle campagne in single player devono davvero essere trattati come se fossero estinti, come se il nostro fuoco si sia spento nell'universo? Gli sviluppatori vogliono farci avere la stessa morte di Alderan? Purtroppo, questa sembra la direzione in cui sta andando l'industria videoludica o, comunque, ci saranno più giochi incentrati sul multiplayer.

Per me, quest'esperienza è stata simile a quella di Luke, quando torna a casa e trova i cadaveri carbonizzati della zia e dello zio, di fronte alla fumante fattoria di famiglia su Tattooine. Sa che non c'è modo di tornare indietro per portare le cose a come erano una volta. In questo momento posso solo entrare in empatia con il giovane Skywalker.

Il lato oscuro della forza mi sta offrendo la mano, per darmi un'ultima possibilità di aderire al nuovo impero di gioco, prima di essere vinto per sempre. Abbasso lo sguardo, prima di affrontare il mio nemico, e poi urlo: "NON MI UNIRO' MAI A VOI!"

Fonte: trustedreviews.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.



Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn