Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


Non riuscivo a capire bene, ma mi sembrava veramente di aver già visto queste cose. Le navi degli invasori, i soldati dalle facce cupe e inespressive ed i brevi scorci di scontri a fuoco. Tutto sembrava come se avessi già preso parte a quei calci piazzati. Anche quella che pensavo fosse la voce di Bryan Cranston suonava simile alle voci precedenti. Certo, io non sono un grande fan della serie, ma il trailer di Call of Duty: Infinite Warfare mi è sembrato molto familiare.

L'ultimo capitolo di questa serie annuale, Call of Duty: Infinite Warfare, sembra promettere ai giocatori la possibilità, be', di prendere parte ad una guerra infinita. Non esattamente, ma dal trailer vediamo i personaggi principali saltare su delle astronavi, nel passaggio dai combattimenti a terra a quelli nello spazio. Si tratta di un qualcosa che mi è sembrato di aver già visto, e questo anche se non abbiamo mai combattuto nello spazio.

Questo primo trailer mi ha ricordato quello di Modern Warfare 3. Per quelli che non possono ricordare, Modern Warfare 3 presenta la distruzione indiscriminata di Makarov. Il tentativo delle sue forze era quello di obliterare i principali Paesi del mondo occidentali, in alcuni casi con successo, fra cui un'America ed una Inghilterra devastate. Come la voce di sottofondo dei primi momenti del trailer di questo gioco, quello di Infinite Warfare ci ricorda: "Si tratta di un'invasione in piena regola." Abbiamo già visto in precedenza delle invasioni che minacciavano il nostro stile di vita. Perché Call of Duty cerca di mantenerne il ricordo?

Non è perché questi giochi sono realizzati da zero. Ogni campagna pubblicitaria ed ogni trailer sono preparati da analisti del settore che confrontano la corrente iterazione di Call of Duty con il suo fratello maggiore che è nato appena l'anno precedente. I soli dati di vendita possono fornire una buona e sufficiente ragione per continuare a ripetere la storia battito dopo battito, ma il tutto sembra ancora esteticamente molto familiare.

Dagli edifici distrutti ai soldati esausti, non credo che il trailer abbia fatto un buon lavoro nel presentare questo gioco in maniera abbastanza diversa per essere preso. Abbiamo ascoltato la voce fuori campo che ci ricorda che la situazione è davvero desolante per gli Stati Uniti. Basta alzare la scala e gettare il tutto a poche centinaia di anni nel futuro ed in realtà non fa differenza. Personalmente, mi aspettavo più azione forte, da questo trailer. Dalle fughe di notizie, che erano molto affidabili, immaginavo che questo gioco fosse pieno di pistole laser, abbondati super mech e le armi più folli di quelle che si sono usate fin dall'inizio. Sembra che userete le stesse varianti degli AK-47, fucili di precisione, pistole ed altro, simili a ciò che è sempre presente in Call of Duty. Si tratta di una gamma di armi che viene fuori ogni anno, e spero che il prodotto finale mostri armi nuove, che non abbiamo visto prima, per ricordarci a che misura sia arrivata la civiltà in questa spedizione futuristica.

Ulteriori dettagli provenienti da Activision rendono il suono di questo gioco molto più promettente. Anche se non vedremo gli alieni, dal momento che il titolo è ambientato nel nostro sistema solare, il gioco non sembra così lineare come i precedenti. Salirete di nuovo sulle vostre navi da guerra, prenderete parte a missioni secondarie, espandendo anche la vostra astronave personale. Il gameplay di Call of Duty, almeno per me, è sempre abbastanza divertente, veloce ed esplosivo, che permette di godersi il gioco per un paio di playthrough, ma non lascia impressioni durevoli.

Infinite Warfare, finora, si presenta come un tipico Call of Duty, e posso vedere quanto questo possa essere deludente per alcuni, per via del successo di Call of Duty: Black Ops 3. Activision ha dichiarato con sicurezza che sta cercando di provare qualcosa di nuovo, e con tutti i mezzi per farlo, ma per me il trailer sembra giocare molto sul sicuro. Si spera che i trailer successivi saranno in grado di mostrarci qualcosa di nuovo, qualcosa che ci agganci, perché questo è il loro lavoro.
Certo, si tratta solo del primo trailer, così il tempo dirà come andranno le cose.

Fonte: thegamebolt.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn