Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


 

Introduzione

Una delle caratteristiche più evidenti dell'essere umano, si sa, è l'aspetto sociale, ossia la capacità ed il desiderio di socializzare, nel bene o nel male. Esistono varie cause che spingono le persone a rapportarsi le une fra le altre e, spesso, a fare amicizia, come esistono anche delle conseguenze, ma in questa sede non si tratterà di tutto ciò. Nella serie di articoli che potrete leggere di seguito, viene presa in considerazione, ovviamente, la socialità videoludica. Questa si esprime in molte forme e, nel corso degli ultimi anni, è aumentata a dismisura in quantità, ma non sempre in qualità.

Per quanto riguarda i videogiochi, la socialità nasce in genere da un gioco particolare, che può anche essere parte di un franchise o di una serie. In particolare, nasce dai giochi che presentano delle modalità multiplayer online, ossia che permettono a persone di ogni Paese di accedere a sessioni di gioco che vedono entrare in collaborazione o in competizione altre persone. Questo, però, è solo uno degli aspetti della questione, anche se è il più diffuso. Le comunità di giocatori, infatti, possono esprimersi in molte forme, dai forum ai siti web o blog, dalle chat in multiplayer ai gruppi, clan, gilde, etc. Alcuni fra i più importanti negozi online di videogiochi costituiscono delle vere e proprie "piattaforme videoludiche", anche perché non solo sono fruibili per mezzo della navigazione in rete, ma anche per mezzo di particolari software o client che possono essere installati sui PC e che, di fatto, sono presenti anche sulle console fin dall'acquisto. Alcuni esempi sono noti alla stragrande maggioranza dei giocatori: Steam, Origin, UPlay, Xbox Live, PlayStation Network, Nintendo eShop, etc.

Molti giocatori, inoltre, condividono le loro esperienze di gioco per mezzo di piattaforme di videosharing, come YouTube e Twitch. Quest'ultimo, in particolare, funziona come una sorta di "televisione", che permette a persone di tutto il mondo, anche non in possesso di determinati giochi, di vedere le partite altrui trasmesse in streaming.

Molti giocatori hanno delle belle esperienze, grazie a queste forme di socialità che si esprime per mezzo di comunità di giocatori. Ciò che conta, però, è che la connessione ad Internet può essere interrotta, nel caso in cui tutto ciò possa essere fonte di ansia o di altri problemi. Ad ogni modo, avanti con la lettura.


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn