Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Piattaforme: PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One, Wii U, iOS

Sviluppatori: Vicarious Visions, Beenox

Genere: Azione, avventura, corse

Data di uscita: 20 Settembre 2015

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Un altro anno e un'altra edizione del videogioco e delle figurine da collezione di Activision. Quest'anno vede l'arrivo di Skylanders Superchargers, in cui sono stati aggiunti i veicoli, aprendo un nuovo modo di giocare e di far spendere denaro ai propri genitori. L'originale franchise dei "giocattoli per giocare", Skylanders, ora compete con Disney Infinity, gli amiibo di Nintendo e Lego Dimensions, per accaparrarsi una fetta della torta. Una forte concorrenza è un bene. Con la potenza di marketing della Disney, che disegna alcuni dei marchi più importanti del mondo, come Marvel e Star Wars, con Nintendo che ha dalla sua parte il catalogo dei suoi giochi classici e con Lego che prende tutto da qualsiasi parte, Activision non può davvero permettersi di riposare sugli allori.

Bisogna ammirare l'impegno di Activision nel realizzare i suoi giochi Skylanders. Come i titoli precedenti, Skylanders Superchargers sembra fantastico (ho recensito la versione per Xbox 360). Le immagini levigate sembrano più un creativo cartone animato stilizzato realizzato dai bambini, che un videogioco interattivo.

La trama, anche se non molto profonda, serve allo scopo e provoca abbastanza risatine per divertire i bambini ed i giovani di spirito. Kaos, un folle quanto schiamazzante emissario del male, spende una quantità malsana di tempo per distruggere Skylands, e ci è quasi riuscito imprigionando i tuoi amici. Gli unici che possono ristabilire l'ordine sono i membri di una squadra speciale di Skylanders... i Superchargers, con la loro flotta di veicoli straordinari che vanno per mare, terra ed aria. Con l'aiuto di personaggi che ritornano, come Hugo, Flynn e Cali, i giocatori devono liberare Skylands, distruggendo la Doomstation Ultimate Doomstruction e liberando Eon dalla prigione di Kaos.

Per chi non lo sapesse, c'è una caratteristica comune a tutti i giochi del franchise Skylanders, ossia il portale d'ingresso. Questo portale, quando un giocattolo è posto in esso, trasferisce il personaggio nel mondo di gioco. E' un'idea semplice e, naturalmente, più Skylanders possiedi, e più potrai accrescere il tuo team. Qui è dove si può ottenere un costoso quanto potenzialmente più forte risultato, con i personaggi che sono accoppiati a dei veicoli. Per fortuna, i giocattoli Skylanders dei giochi precedenti sono compatibili con Skylanders Superchargers, il che significa che la maggior parte dei fan avrà una grande collezione di personaggi da cui attingere, come avveniva l'anno scorso in Skylanders Trap Team. Il posizionamento di una trappola piena nel portale Superchargers sblocca delle speciali Skystones da utilizzare nel gioco, le Skystones Overdrive.

Lo Starter Pack di Skylanders Superchargers comprende un paio di Superchargers ed una macchina. C'è quindi la necessità di sborsare qualche soldo per comprare una aereo ed un veicolo marittimo, al fine di pagare in realtà il gioco vero e proprio. L'aggiunta dei veicoli alla miscela crea un interessante cambiamento, anche se probabilmente fonte di dissensi. Anche se l'uso dei veicoli può sminuire quello che molti potrebbero considerare l'esperienza fondamentale di Skylanders, ho trovato che i nuovi veicoli da corsa e le meccaniche di combattimento rappresentano un cambiamento rinfrescante, per un franchise che sembra essere un po' stantio ed in ritardo.

Oltre alla principale modalità campagna e storia, single player, sono anche disponibili nel menu principale quelle multiplayer e cronometro. Quest'ultima permette ai giocatori di testare i tre tipi di veicoli, con gare su terra, in acqua e in aria. Le corse si rivolgono ai fan di Mario Kart, con un sacco di power-up ed il combattimento fra veicoli. Il gioco presenta la stessa lucida piattaforma di divertimento degli altri titoli, per la quale è rinomato il franchise. Questa volta, però, in punti particolari c'è la possibilità di salire a bordo di un veicolo terrestre, aereo o marittimo, per continuare l'esperienza di Skylanders in un modo piuttosto diverso. I veicoli sono aggiornabili in un modo simile agli stessi Skylanders, migliorando la loro velocità ed il loro armamento.

Skylanders Superchargers porta in una nuova ed interessante direzione, e l'aggiunta dei veicoli è certamente meno ingannevole rispetto a Skylanders Trap Team dello scorso anno. Il cinico che è in me pensa che l'inclusione dei veicoli serva più a svuotare i portafogli dei genitori, piuttosto che essere un cambiamento creativo per rendere il gioco migliore, dato che, siamo onesti, sembra essere la stessa cosa ogni anno. Eppure, Skylanders Superchargers è un affare ben realizzato che offre una grande storia, un po' di divertimento, anche se familiare, con un gameplay ed alcuni personaggi eccezionali. I fan dovrebbero amarlo, ma i nuovi arrivati potrebbero finire per chiedersi quale sia la ragione di tutto questo rambusto.

Fonte: stateofplay.co.nz

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.



Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn