Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


Piattaforme: PC, Mac, Linux, iOS

Sviluppatore: KillHouse Games

Genere: Azione, indie, strategia

Data di uscita: 20 Ottobre 2014

Modalità: Single player

Supporto per il controller: No

Il finale di ogni cartone animato Roadrunner vedeva sempre i piani subdoli e spesso complessi di Wile E. Coyote fare fiasco. Sì, Roadrunner era incredibilmente fastidioso, con ogni vittoria della presunta preda che veniva firmata con una firma compiaciuta "meep meep", mentre questo se ne andava in lontananza. E, sì, era impossibile guardare il cartone animato per troppo tempo senza sentire un'immensa simpatia per Coyote, ma vedere le sue strategie contorte che si disintegravano di fronte ai nostri occhi era quello che tutti noi volevamo. Era l'obiettivo finale, era puro intrattenimento.

Nel contesto di Door Kickers, per un po' un tormentore di Steam che ora sta funzionando anche su iOS, il giocatore è come Wile E. Coyote. Ho programmato delle cose e ho intenzione di metterle in pratica, cerco di prevenire ogni possibile evenienza, ma di solito tutto finisce con una dozzina di pallottole che ricevo in faccia. Tuttavia, invece di buttare via il mio iPhone per la frustrazione, giocare a Door Kickers tende ad avere un particolare effetto collaterale: mi fa ridere.

Come accennato, giocare a Door Kickers è tutta una pianificazione per il futuro. La visuale è dall'alto, ed ogni fase vi vede al comando di una squadra SWAT nel tentativo di assaltare una serie di edifici e di altri ambienti, al fine di eliminare i terroristi che si trovano in essi. Il gioco è diviso in tre parti successive: la scelta nel punto in cui i membri del team entreranno nell'edificio (semplicemente trascinandoli negli slot scelti), la tracciatura del loro percorso attraverso la struttura con la creazione di punti di azione, poi si va a colpire cliccando su "play" e si osserva la confusione che si ottiene. E' anche possibile interrompere gli eventi durante l'azione, per tracciare un nuovo percorso per i vostri uomini al volo, se quanto avete previsto non è del tutto adatto allo scopo.

Idealmente, tutta l'azione riguarda il mettere in azione gli assalitori, senza perdere i propri uomini nel modo più efficiente, salvando ostaggi e raccogliendo degli oggetti. Tuttavia, dal momento che non si hanno delle informazioni preventive su dove saranno i vostri obiettivi prima dell'azione, la maggior parte dei livelli consiste in tentativi ed errori, e qui è dove le cose si fanno interessanti. In caso di attacco in massa da parte degli avversari, si dovrebbe cercare di confonderli e far sgattaiolare via i vostri uomini in aree diverse? Se lanciate una granata che provoca un botto ed un flash stordente, sparerete poi a quelli che cercano di ripararsi?

In sostanza, anche con un cervello tattico avvitato saldamente sulle spalle, non si è mai in grado ci sapere cosa succederà fino a quando non premerete il tasto play. Non solo i vostri nemici sono invisibili nella maggior parte delle fasi fino a quando li incontrate, come ovviamente accadrebbe nella vita reale, ma anche i movimenti possono essere pericolosi, così mentre correte potrebbero spararvi un paio di colpi dall'angolo di una stanza. La partita successiva potrebbe vedervi arrivare pochi secondi prima o dopo, con il risultato di perdere al gioco. Il vostro scopo è anche fondamentale, il che significa che il modo con cui entrate in una stanza e la direzione che prendete hanno un impatto fondamentale sull'uscire vivi da quella stanza.

In Door Kickers vi sono delle fasi particolarmente frustranti, anche se questo è un gioco che devi superare in un pomeriggio. Sebbene la maggior parte dei livelli possa essere superata in una manciata di secondi, il gioco è stato progettato per prendere in giro il vostro cervello ad un livello che vi farà trascorrere un paio di giorni per tutta la pianificazione ed un'azione perfetta, per superare un livello apparentemente insormontabile. Inoltre, ci sono abbastanza contenuti per garantire che Door Kickers, come pacchetto, vi farà restare incollati allo schermo del vostro iPhone per qualche tempo a venire.

Così, oltre alle missioni singole (in cui si può scegliere il livello e la difficoltà), c'è anche una modalità campagna in piena regola da affrontare, ed entrambe le modalità contengono abbastanza cose da fare che, da sole, giustificano il prezzo di 3,99 sterline del gioco. Forse a causa del porting su PC, KillHouse Games ha servito un pacchetto completo che è difficile da padroneggiare come è facile da acquistare.

Anche se il tracciamento dei percorsi può diventare un po' complicato quando questi vanno oltre i due o tre, nel complesso si tratta di un sistema che regge bene il touchscreen e, anche se la curva di difficoltà si rivela un po' troppo alta e dovrete ripetere delle fasi, vi divertirete ancora nel farlo. Questo è un gioco che non si deve finire troppo in fretta.

Door Kickers è il tipo di gioco con cui si vuole passare del tempo; offre un sistema di controlli particolarmente facile, fra cui la possibilità di cambiare le cose durante l'azione, ma si colloca in un mondo in cui vi sparano da tutte le parti. La maggior parte delle fasi richiede dei ripetuti playthrough al fine di superarle, ma questo non è in alcun modo un lavoro di routine, dato che Door Kickers ospita un'azione concentrata e tesa anche quando le cose vanno male.

Fonte: trustedreviews.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn