Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


Piattaforme: PC, PS4, PS Vita

Sviluppatori: Pyramid, Chara-Ani

Genere: Shoot 'em up

Data di uscita: 4 Dicembre 2015

Modalità: Single player, coop locale

Supporto per il controller: Sì

Abbiamo imparato a non sottovalutare la possibilità del ritorno di qualsiasi videogioco. Non importa se l'ultima iterazione possa essere stata un fallimento, quasi ogni gioco alla fine trova un risveglio (tranne, a quanto pare, Power Stone). Tuttavia alcuni ritorni sono più sorprendenti di altri, soprattutto fra gli sparatutto in 2D, che in primo luogo erano sempre e solo dei giochi di nicchia. Questo rende solo ancora più emozionante il fatto che uno dei giganti del genere ottenga un trattamento da VIP.

Contemporaneo di R-Type e Gradius (alias Nemesis), Darius ha una serie di caratteristiche uniche che lo separano dai consueti titoli a scorrimento orizzontale. Le partite sono caratterizzate da una struttura dei livelli con un percorso ramificato, le modalità arcade utilizzano regolarmente due o tre schermi, uno accanto all'altro, per creare un display gigante, e le colonne sonore meravigliosamente all'avanguardia sono uno dei segreti meglio custoditi del gioco. Ma la cosa per cui Darius è più noto è il pesce, il gigantesco pesce di metallo.

Naturalmente, non c'è alcuna spiegazione soddisfacente del fatto per cui la maggior parte dei nemici, specialmente i boss, sono giganteschi pesci metallici e crostacei, ma questo è solo per come va Darius. I giochi di questa serie di shoot 'em up erano i più riusciti di Taito ma, quando la società venne acquistata da Square Enix nel 2006, questo amato franchise scomparve dalla scena. A volte qualcuno prova a realizzare un nuovo Space Invaders, ma giochi del calibro di Bubble Bobble, Rastan Saga, Operation Wolf e Chase HQ sono stati tutti dispersi in azione.

Noi ancora non riusciamo realmente a capire come Darius ne sia uscito vivo, in quanto questo gioco non sembra aver a che fare qualcosa con Square Enix, ma a caval donato non si guarda in bocca. Inoltre, è sufficientemente complicato spiegare cosa sia Dariusburst Chronicle Saviours, per non parlare di come sia tornato come uno zombie. La ragione principale che fatto che il download di questo gioco sia costoso è che si tratta, essenzialmente, di due giochi in uno: un nuovo porting di un gioco per console e la modalità arcade Chronicle Saviours.

Il comparto grafico è perfetto, come ci si aspetterebbe, anche se l'altezza dello schermo risulta ridotta per la visualizzazione a doppio schermo, tutto in widescreen. Come il gioco coin-op originale, supporta fino a quattro giocatori alla volta, ed in totale a lo sbalorditivo numero di 3.000 livelli in totale. Anche se, come si può immaginare, la maggior parte di queste zone sono solo variazioni minori e remix di altre, molte di esse hanno differenti regole o limitazioni su quali armi si possano usare od uno specifico punteggio che devi battere. Dal momento che nessuno vorrebbe superare 3.000 livelli per conto proprio, questo gioco si comporta come una sorta di esperienza per clan, dove tutti lavorano insieme per sbloccare tutte le fasi. (Con il coin-op originale, squadre di giocatori cooperavano insieme, competendo con altre, in tutto il Giappone).

Tutto ciò non avrebbe senso se il gioco non fosse divertente e se livelli e nemici non fossero ben progettati, ma Dariusburst è sempre un ottimo sparatutto in 2D. Non ci sono sistemi di punteggio o espedienti complessi, ma stranamente si ha la possibilità di ruotare di 180 gradi, il che è estremamente utile. C'è anche un laser power-up che è possibile posizionare dove si desidera. Questo funziona un po' come la Forza in R-Type, e permette di raddoppiare la potenza come se fosse uno scudo o quasi una seconda nave.

Come la maggior parte degli sparatutto in 2D, Dariusburst è estremamente difficile, ma la modalità originale arcade del gioco (non EX) lo è di meno, così è un'ottima introduzione al genere per i nuovi arrivati, dato che il gameplay del gioco sarebbe altrimenti lineare. La presentazione è divertente e la colonna sonora è davvero grande, anche lo strano nuovo brano di apertura. La modalità EX è però duramente punitiva, e sempre davvero uno sparatutto vero e proprio, difficile, rispetto al resto del gioco. La modalità Chronicle Saviours aggiunge altri 200 livelli e cerca di essere qualcosa di simile ad una modalità storia, inglobando l'intera saga di Darius, in realtà per le tre persone che in Giappone si occupano di queste cose. Le nuove navi che si possono sbloccare hanno delle armi radicalmente diverse e differenti abilità.

E' un peccato che il prezzo non incoraggi un acquisto "d'impulso" (non è un cross-buy, anche se la versione per PS Vita è più economica, a 32,99 sterline, e quella per PC - dove apparentemente si possono collegare due monitor insieme per un pieno effetto arcade - costa solo 29,99 sterline). Questo titolo certamente potrebbe fare di più per i fan, ma se il prezzo dovesse impedirne l'acquisto, questo non significa che il gioco stesso non valga tanto quanto le altre nuove uscite di vendita al dettaglio.

Questo gioco è un fantastico download, pieno di contenuti ed uno dei migliori esempi disponibili di un genere che è sempre più scarso di titoli. Gli sparatutto in 2D hanno prosperato per oltre un decennio; mentre la loro unilateralità viene spesso scambiata per un difetto, è davvero la loro caratteristica principale. Dariusburst presenta uno spazio bidimensionale attentamente costruito, anche per quanto riguarda il mare, ed il combattimento è di una precisione che oggi si vede raramente, ed è solo un peccato che il prezzo non sia accessibile quanto lo sia l'azione. In breve: una celebrazione meravigliosamente ricca di uno dei franchise sparatutto più dimenticati fra i giochi, anche se questo piacere ha un alto costo.

Fonte: metro.co.uk

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn