Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale


Piattaforme: PC, Xbox One

Sviluppatore: Clapfoot

Genere: Sparatutto in terza persona, strategia

Data di uscita: 3 Febbraio 2016

Modalità: Single player, multiplayer, coop

Supporto per il controller: Sì

Anche se può essere spesso frustrante per la sua tipologia di gioco, Fortified si rivolge a coloro che amano lavorare insieme ai loro amici. Se sei un giocatore che vuole giocare da solo, tuttavia, ti consigliamo di non fare caso a questo aspetto, dal momento che questo titolo può essere giocato anche dai lupi solitari, ma con parecchie riserve. Nonostante il passare del tempo, la fantascienza classica degli anni '50 non ha mai perso il suo fascino. Ancore oggi, le sue storie di invasioni aliene, mostri ed altre offerte a basso budget continuano a divertire.

Il mondo videoludico ha anch'esso preso ispirazione a questo genere nel corso degli anni, ed uno di questi sforzi è Fortified, rilasciato per PC e Xbox One. Sviluppato dallo studio indie Clapfoot con sede a Toronto, Fortified è un gioco che combina le pellicole fantascientifiche dell'era degli anni '50 con le meccaniche di difesa della torre e degli sparatutto in terza persona. Il risultato è un gioco che inizia bene, con un gameplay divertente ed una meccanica veloce, ma che diventa presto frustrante per il suo bene.

Anche se non viene detto esplicitamente, Fortified è stato sviluppato con il gioco cooperativo in mente e, anche se permette di essere giocato da soli, non eccelle in questa categoria. Ho scoperto che il single player è difficile, per via di problemi di pianificazione che mi spingevano a giocare con altre persone, ed il risultato è stato un'esperienza frustrante. Vedete, i primi quattro livelli non sono stati molto difficili, ma dopo aver raggiunto il quinto (su dodici), le cose sono incominciate a diventare troppo folli per tenere il passo. Il motivo è stato l'introduzione di due nuovi elementi: la rotazione dei nemici corazzati, che sono bravi a bypassare la maggior parte delle difese, ed una seconda base da proteggere.

In poche parole, anche al livello di difficoltà normale, questa non è un'esperienza su misura per i giocatori singoli come me. Si tratta di un gioco molto veloce, che trasmette molto e che vuole, in sostanza, essere in due posti contemporaneamente; questo è un qualcosa che, ovviamente, può essere rettificato giocando con altre persone, fino ad un massimo di quattro giocatori. Se questo gioco avesse avuto un livello di difficoltà più basso, questo problema si sarebbe potuto evitare, ma voglio chiarire che questo titolo non è un qualcosa che si dovrebbe comprare, a meno che non abbiate degli amici con cui giocare.

Per quanto riguarda il gameplay, Fortified è simile a titoli come Dead Block, dove si controlla un personaggio di una certa classe ed è necessario utilizzare sia gli attacchi basati sulle armi, sia difendere la base per evitare che i nemici abbiano il sopravvento. Tuttavia, invece di difendere delle camere dagli zombie, il vostro scopo è quello di proteggere una o più rampe missilistiche da vari tipi di invasori alieni. Questi includono dei robot simili a giocattoli, insetti che grugniscono, dischi volanti ed altre cose che rotolano. Questi ultimi invasori rotolano verso la vostra base prima di aprire il fuoco e scatenare attacchi pesanti. E' possibile congelarli e rallentarli momentaneamente, ma è difficile fermarli quando sono in molti che stanno arrivando verso di voi. Non è raro che il gioco ne mandi anche più di un'ondata.

Le difese possono variare, perché le cose sono impostate per permettere ai giocatori di utilizzare un proprio stile. Questo viene fatto mediante un sistema di cose che si possono sbloccare, in modo che una certa quantità di punti deve essere utilizzata per aggiornare e sbloccare vari tipi di armi e difese. Dopo che si completa ogni livello, si ottengono più punti, ma nel complesso si è limitati ad utilizzare solo poche armi e circa cinque o sei difese complessivamente. C'è anche un limite frustrante in tutti i settori, il che significa che anche se si hanno i punti necessari per posizionare più difese, non un certo limite non è più possibile farlo. Non ho visto alcun tipo d'indicatore o di avvertimento riguardo a questo, e trovo che sia un modo economico per aggiungere difficoltà in maniera artificiale. Dopo tutto, avevo i punti per comprare più cose, ma semplicemente non potevo.

Quindi, quali sono queste armi e queste difese? Be', per cominciare il roster di armi a disposizione comprende una mitragliatrice, un fucile da caccia, un lanciagranate ed un lanciatore di TNT. Ognuna ha anche due funzioni secondarie, ed una volta che hai aggiornato un'arma, è possibile scegliere una delle sue due capacità bonus. Il fucile, per esempio, può sparare proiettili esplosivi o, al contrario, sparare qualcosa che congela i nemici per un brevissimo periodo di tempo. Ora, quando si tratta di difese, c'è un interessante mix di opzioni. C'è la tua torretta con cannone da tutti i giorni, una potente rampa di lancio per razzi (i cui aggiornamenti sono anche molto utili), e cose simili a robot che possono sparare elettricità. Oltre a ciò, ci sono diversi congegni che consentono di lanciare i nemici più piccoli in lontananza, o di rallentarli quando si avvicinano. Naturalmente, in questo mix ci sono anche delle difese aeree. Quelle che ho trovato essere più utili, però, sono state le catapulte che lanciano la malta, che facevano un buon lavoro per tenere a bada i nemici e mandarli in mille pezzi. Una caratteristica apprezzabile è che queste difese possono essere sostituite in qualsiasi momento, senza alcuna penalità. In base a questo, è possibile provare ad adattare diverse opzioni per ciascun livello. Oppure, se state giocando alla modalità di sopravvivenza Invasion, basata su ondate nemiche, si ha la possibilità di adattare le difese al vostro particolare stile di gioco.

Ho bisogno di essere onesto, però, ed ammetto che giocare a questo gioco da solista è possibile fino alla sesta tappa. Si potrebbe pensare che se un gioco viene commercializzato anche per cannonieri solitari come me, dovrebbe essere anche adatto per noi, ma purtroppo non è Fortified. Il suo livello di difficoltà è alto, e ingiustamente, perché getta così tante cose contro di voi che sopravvivere si sente come una cosa impossibile. Prendete il boss del sesto livello, come primo esempio, perché non solo è grosso e pieno di salute, ma non sono riuscito ad abbatterlo da solo. Sembrava che ci fossi vicino, ma non ce l'ho fatta.

Un altro problema riguarda il fatto che si è costretti a posizionare l'ultima linea di difesa piuttosto lontano dalla base. Quello che voglio dire è che c'è un grande cuscinetto attorno alla vostra base, dove fisicamente non si è in grado di mettere nulla. Questo spazio è troppo grande, e rende difficile difendere le basi stesse. Detto questo, onestamente non ho alcun dubbio che Fortified è un gioco migliore e più piacevole per coloro che non giocano ad esso come lupi solitari. Per quanto riguarda la sua presentazione grafica, lo sforzo di Clapfoot è pieno di cenni ai giorni della fantascienza classica. E' un gioco colorato e con texture simili alla plastica, è tutto ciò è ovviamente ispirato agli anni '50. Oltre a questo, le basi, i personaggi e tutti i nemici sembrano dei giocattoli presi da quel periodo. Le quattro classi stesse s'inseriscono pienamente in tutto ciò, dal momento che si può giocare anche come un soldato o un astronauta. Ognuno ha anche una sua mossa speciale, ad esempio poter volare o essere in grado di chiamare attacchi aerei che sono un po' utili nel calore della battaglia.

Naturalmente, anche la musica calza a pennello, come anche gli effetti sonori: proiettili, laser, robot, alieni ed altro, che sono resi perfettamente bene. Non è niente di rivoluzionario, e lo stesso vale per la cinematica di apertura (in stile fumettistico), ma funziona.

Alla fine della giornata, Fortified è un buon gioco che avrebbe potuto essere migliore. Così com'è funziona, ma ha bisogno di qualche ritocco prima che possa essere giocabile dai giocatori solisti. Compratelo, se siete alla ricerca di un po' di fantascienza mescolata con la difesa della torre, ma fatelo solo se disponete di un gruppo di amici con cui giocare. In caso contrario, otterrete un sacco di frustrazione.

Fonte: wegotthiscovered.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Cortesemente, effettua il login o registrati per postare commenti.


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn