Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Piattaforme: PC, PS3, Xbox 360

Sviluppatore: High Moon Studios

Genere: Sparatutto in terza persona

Data di uscita: 22 Giugno 2010

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: Sì

Transformers: War for Cybertron si propone di fare ciò che pochi giochi Transformers hanno fatto: essere un buon gioco. Meglio di buono, in effetti. Ha lo scopo di essere grande. A differenza di altri titoli precedenti, questa iterazione del franchise è stata sviluppata da veri appassionati del materiale di partenza, con rispetto, attenzione ed impegno, per fornire un prodotto di qualità.

Questa è l'intenzione, ma come ha funzionato in pratica? War for Cybertron è un prequel, ambientato nel periodo in cui i Transformers lasciarono il loro pianeta natale per arrivare sulla Terra. Durante l'apogeo della guerra civile cybertroniana, War for Cybertron si propone di spiegare e definire i molti punti chiave della trama di tutto il franchise, come ad esempio l'ascesa di Optimus Prime al potere. Anche se alcuni elementi della storia sono purtroppo trascurati, forse per vendere il romanzo di accompagnamento, va detto che la narrazione di War for Cybertron è sorprendentemente serrata, eccitante ed umoristica.

La modalità storia è suddivisa in dieci capitoli, cinque per i Deception e cinque per gli Autobot. Nella campagna Deception, Megatron è alla ricerca di Dark Energon, una nuova fonte di energia che egli ritiene possa aiutarlo a vincere la guerra. La campagna Autobot vede Optimus ed i suoi amici lottare per sopravvivere ad un Cybertron che è quasi totalmente dominato dalle forze di Megatron. Entrambe le campagne sono solide, anche se la campagna Autobot è di gran lunga migliore, con grande varietà e riferimenti brillanti al film del 1986, comprendendo inoltre una fantastica selezione di combattimenti contro i boss. Non voglio rovinarvi la sorpresa, ma i fan di Soundwave rimarranno impressionati dalle sue particolari apparizioni nella campagna Autobot.

Entrambe le campagne sono piuttosto brevi, ma possono essere giocate con personaggi differenti ed in modalità co-op fino a tre giocatori. La modalità co-op è altamente raccomandata dato che la difficoltà del gioco è chiaramente progettata per essa. I Transformers possono sopportare una quantità limitata di danni prima di cadere, e mentre i giocatori in co-op possono farsi aiutare dagli altri se abbattuti, questo non è possibile in modalità single player.

Un'altra cosa da notare circa la modalità storia è il limite di personaggi giocabili, in ogni determinato capitolo. Non avere la possibilità di scegliere quale personaggio utilizzare in qualsiasi capitolo non è il più grande affare del mondo, ma è un po' una delusione. A differenza dei precedenti giochi Transformers, in War for Cybertron i controlli sono solidi. Si tratta di uno sparatutto in terza persona sulla scia di Gears of War, con ogni Transformer che si gestisce perfettamente, portando con sé una sensazione di peso senza un senso di torpore. C'è una vasta gamma di armi, la maggior parte delle quali è utile ed adeguata per un determinato stile di gioco. Ci sono opzioni per l'azione da cecchini, per le esplosioni o addirittura per la "spruzzatura" di proiettili. La mancanza di un sistema di coperture fa un po' male, soprattutto in single player, quando i nemici possono diventare schiaccianti, ma fino a quando i giocatori rimangono consapevoli dell'ambiente non dovrebbe essere un problema troppo grande.

Sono le modalità veicolari, tuttavia, che prendono la scena. Quando si tratta di veicoli, spesso, i giochi cadono a pezzi, in quanto di solito sono inutili o impossibili da controllare. Questo non accade in War for Cybertron. Ognuno dei quattro tipi di veicoli del gioco, auto, camion, carri armati ed aerei, funziona perfettamente ed è provvisto di armi dalla devastante potenza di fuoco. I veicoli hanno piena manovrabilità ed uno SpeedBost opzionale, e non sono solo un qualcosa che si usa per andare da A a B più velocemente.

Ogni Transformers ha due abilità speciali, che si possono scegliere fra alcune, che vanno dall'inutile Dash alla brillante Whirlwind. Queste abilità sono facili da dimenticare, ma possono avere un effetto reale in battaglia, anche se alcune di esse, come Hover, possono rendere i giocatori più vulnerabili agli attacchi. A seconda delle caratteristiche, o sono soggette ad una limitazione Cooldown o hanno bisogno di essere ricaricate con gli Energon Chip presi dai nemici abbattuti. Sarebbe stato bello se i personaggi della modalità campagna avessero avuto una propria abilità speciale unica, al contrario della scelta fra un ristretto pool di capacità multiplayer, dato che i personaggi non sono molto diversi come dovrebbero essere. Tuttavia, le capacità sono una gradita aggiunta, a condizione di avere quelle giuste.

Il multiplayer è un fattore chiave in War for Cybertron. In breve, può essere molto divertente, con caos assoluto ed anarchia, ma comunque divertente. C'è una buona scelta di modalità di gioco, come ad esempio la lotta per guadagnare il territorio o il posizionamente di una bomba in Extinction, anche se il vostro obiettivo principale è sempre quello di prendere a calci i giocatori avversari con una varietà di modi distruttivi. I giocatori devono creare i propri personaggi per il multiplayer competitivo, scegliendo fra quattro classi di personaggi per costruire il robot che fa per loro. I leader si trasformano in camion e possono abbattere gli avversari, i soldati sono forti truppe da combattimento che si trasformano in carri armati, poi ci sono gli scienziati e gli specializzati in guarigione e sabotaggio, mentre gli Scout si trasformano in macchine e si occupano di sparare e di mettere in atto delle tattiche, avendo inoltre abilità di occultamento.

I punti esperienza si guadagnano con ogni partita, e man mano che le classi di personaggi salgono di livello, essi hanno accesso a nuove armi e ad una serie di abilità attive o passive uniche. Ogni personaggio può utilizzare due armi, due abilità attive e tre abilità passive, e c'è un sacco di spazio di personalizzazione per i personaggi di una stessa classe. Il più versatile è lo scienziato, che può essere costruito per agire come un medico, o per andare dietro le linee nemiche in incognito, o per scatenare dei robot sentinelle che possono sparare razzi contro il nemico. Non è il sistema più profondo del mondo, ma è abbastanza versatile per far sì che i giocatori si sentano come se avessero creato una propria serie unica di robot.

Un fattore deludente riguarda la personalizzazione dell'aspetto dei personaggi, che è limitata. In sostanza, si sceglie una skin ed un paintjob fra una selezione piuttosto ristretta di colori. I fan che avessero in mente di creare le proprie versioni dei personaggi G1 classici saranno delusi, dato che in questo gioco non è possibile modificare Wheeljack, Sunstorm o Grimlock, perché le skin ed i colori non sono semplicemente all'altezza.

Il multiplayer può essere incredibilmente divertente, ma anche altrettanto frustrante. Con così tanto caos, la sopravvivenza può essere un fatto casuale. Utilizzare l'attacco in mischia è come lanciare un dado, e alcune delle armi si sentono attualmente molto squilibrate. Non è divertente sparare due caricatori di munizioni contro un nemico, solo perché poi ti possa eliminare con due colpi. Il gioco esaspera anche per una quantità enorme di assist kill, che non fanno aumentare il punteggio del giocatore. Questo significa che potreste eseguire fino ad otto assist e rimanere ancora i peggiori della squadra. Gli assist dovrebbero contare nel gioco come in Call of Duty. È un peccato che il multiplayer possa essere così fastidioso per via delle uccisioni perse e delle armi squilibrate, perché è ben realizzato e sono davvero grossi calci quando si entra in una grande partita. Con un piccolo ritocco, potrebbe essere accuratamente superbo, ma vale sicuramente la pena giocarci per qualche ora. Così com'è, ho certamente avuto le mie soddisfazioni, e penso che sarò in attesa di vedere se usciranno delle patch, prima di saltare nuovamente in questa modalità di gioco.

C'è poi una modalità co-op "orda", conosciuta come Escalation. Questa modalità è incredibilmente difficile e mette fino a quattro giocatori contro ondate di nemici Transformers. Le cose si fanno molto difficili, molto velocemente, ed i giocatori dovranno lavorare insieme per sopravvivere. Ogni giocatore guadagna Energon dalle uccisioni, e li può spendere per munizioni, armi o salute. I giocatori possono anche acquistare oggetti per i compagni, il che significa che con un buon lavoro di squadra un gruppo di giocatori è in grado di unire le risorse e garantire all'intero party di rimanere sano.

Vale la pena notare che War for Cybertron, dal punto di vista visivo, è ben fatto, sia per quanto riguarda la grafica sia per il suo stile artistico. L'aspetto quasi G1 dei Transformers stessi è fantastico, essendo familiare ma originale, ed evitando il caos troppo complicato delle mostruosità di Michael Bay. High Moon ha fatto un lavoro incredibile per far sentire vivi questi robot, piuttosto che opachi costrutti metallici. Le parti metalliche si spostano e si flettono, le parti dei telai emettono bagliori e le animazioni di trasformazione sono ottime. Il cast vocale è anche piuttosto eccellente, guidato da Peter Cullen che doppia Optimus Prime e da una serie di attori piuttosto bravi, che fanno del loro meglio per dare vita ai Transormers.

Transformers: War for Cybertron è un entusiasmante passo avanti per il franchise, per quanto riguarda i videogiochi. Una modalità storia realizzata intelligentemente e con accuratezza, un'intensa modalità multiplayer ed una co-op che può essere anche orda rendono questo titolo il gioco più robusto, sviluppato con amore. Si tratta di un'autentica esperienza Transformers, che si poteva sperare di avere su una console casalinga. Alcune delle restrizioni di personalizzazione dei personaggi sono deludenti, ed il multiplayer può essere a volte frustrante, ma l'esperienza complessiva è buona. Trasformare il vostro denaro nell'acquisto di questo gioco è un qualcosa che si può seriamente prendere in considerazione.

Fonte: destructoid.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to Stumbleupon