Game Community Network

  

 

 

"In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli." Matteo 18, 3

In Internet si può trovare un buon numero di siti web per "videogiocatori cristiani". Le forme e le modalità con cui appassionati di videogiochi non disdegnano di proclamare la loro fede sono molteplici; in questi siti, talvolta, sono presenti anche dei forum. Se qualcuno di voi, però, provasse a fare una ricerca, noterebbe che quasi tutti sono in lingua inglese. Per quanto riguarda il panorama videoludico italiano, infatti, ben pochi giocatori amano definirsi pubblicamente "Cristiani". Anzi, la maggior parte dei "profili" di un buon numero di appassionati di videogiochi, si compiace di tematiche appartenenti al "lato oscuro", con simboli, frasi, citazioni, modi d'esprimersi, etc. Questo è sotto gli occhi di tutti. Perché, dunque, un giocatore non può essere felice di dirsi "Cristiano"? Game Community tenterà di fare qualcosa in merito, nel suo piccolo. È infatti in preparazione il sito GC = Gesù Cristo, che sarà un social network per videogiocatori Cristiani. Gesù è il Signore! Lode e gloria a Te, Signore Gesù!

 

Menù principale





Piattaforma: PC

Sviluppatore: Out of the Park Developments

Genere: Sport, simulazione

Data di uscita: 22 Marzo 2016

Modalità: Single player, multiplayer

Supporto per il controller: No

Ci sono persone nate poco prima che venisse realizzato il gioco di baseball Out of the Game Park e che ora hanno diritto di voto. Ogni anno si diceva: "Non so cosa potrebbero eventualmente aggiungere al gioco per renderlo migliore", ma questo è stato fatto di nuovo.

Uno dei motivi per cui il baseball è ancora popolare, centoquaranta anni dopo la costituzione della Lega Nazionale, è che la maggior parte delle cose fondamentali coinvolte nel gioco è rimasta invariata rispetto alle origini. Le epoche sono cambiate, a partire dall'era Deadball dei primi anni del 1900, poi c'è stato un cambiamento quando Babe Ruth divenne la prima superstar che cambiò il gioco con la sua potenza nel 1920, per proseguire con l'espansione verso ovest quando i Dodgers e i Giants si trasferirono da New York verso la West Coast nel 1958, ai tempi del Big Red Machine negli anni '70. Poi sono arrivati gli anni '80 e le moderne superstar di oggi. Hanno tutti giocato fondamentalmente allo stesso gioco. E si può giocare a quel gioco, senza soluzione di continuità, in Out of the Park Baseball 17.

Il vero potere di questo titolo non è solo il suo motore statistico, ma anche la sua flessibilità. Voglio giocare solo al campionato del 2016 con precise serie minori? Tale facoltà è solo la pigiatura di un tasto all'inizio del gioco. Vuoi giocare ad ogni stagione storica del baseball? Grazie a tutte le statistiche disponibili puoi farlo. È anche possibile seguire la storia, e vedere come le cose sarebbero cambiate. Ogni anno lo sviluppatore continua a fornire qualcosa di nuovo per cambiare le cose. Nelle versioni precedenti ci sono stati dei casuali debutti storici. Che cosa sarebbe accaduto se Mark McGwire avesse giocato nei primi anni del 1900, quando i primi battitori home run facevano forse una dozzina di home run per stagione?

Quest'anno, ci sono tre cose in più. Prima di tutto, il nuovo database storico presenta delle squadre di leghe minori. Questo aggiunge quasi 150.000 giocatori storici e apre nuove vie di gioco. Invece di rimasticare la storia con una delle squadre principali della lega, la vostra fantasia potrebbe desiderare di farvi essere un manager di lega minore, per guidare ed insegnare e portare delle superstar al loro massimo potenziale. Con il crepacuore inevitabile che potrebbe accadere quando i migliori giocatori dovessero scendere di livello e venire assegnati come riserve a qualche altra squadra superiore, per cercare di riabilitarli e di renderli utili.

La seconda cosa è una modalità di serie storica, in cui è possibile utilizzare due squadre della storia del baseball in una breve serie, cercando di trovare la migliore squadra di tutti i tempi. È possibile normalizzare le statistiche di entrambe le squadre in base a un'epoca della squadra di casa, o a un anno. Devo ammettere che una delle prime cose che ho fatto quando ho ricevuto la mia copia di Out of the Park Baseball 17 per scrivere questa recensione, è stata quella di impiegare i Red Sox del 2004, quelli che hanno portato il titolo a Fenway dopo 86 anni di delusione, mettendoli contro Ted Williams e i Red Sox del 1946.

L'ultima cosa è un nuovo motore 3D, che toglie dal gioco qualcosa di simile alle radio dei tradizionali simulatori sportivi, a favore di qualcosa come le vecchie MicroLeague dei giochi di baseball. È comprensibilmente primitivo, ma è stranamente affascinante guardare un line drive cadere velocemente sul lato destro del campo, per guardare disperatamente l'outfielder, cercando di prendere la palla prima che tocchi terra.

Non si è limitati alla storia esistente quando fate le vostre leghe, c'è una grande varietà di opzioni per mettere a punto i propri campionati. Ho fatto un'associazione regionale con quattro campionati americani (orientale, centrale, occidentale e settentrionale), dove ogni campionato aveva un suo campione, poi ho giocato un playoff a quattro squadre per creare il campione degli Stati Uniti. Ho anche creato una "EuroLeague", con nazioni di tutta Europa (di talento minore), dove i vincitori nazionali si sono affrontati per concludere il campionato europeo.

La carne e le patate di questo gioco sono il motore finanziario e quello competitivo. Dopo tutto, tutte le squadre maggiori cercano di far firmare i giocatori migliori, quelli che vogliono più soldi, in modo che possano acquistare quella Cadillac in oro massiccio che hanno sempre desiderato, e gli appassionati che chiedono un campionato, anche quando pensi di essere fortunato e vincere. La costruzione di una squadra è un po' come un puzzle Jenga, in cui occorre tenere fuori i pezzi che non servono, porre dei pezzi in alto per riempire i fori e per rendere migliore la vostra squadra, sperando che questa non sia la mossa che farà crollare tutto intorno a voi. Non contate su altri direttori generali che possano sostituirvi, c'è il rischio che ogni volta che vi offrono un contratto stiate pagando le prestazioni passate di una star che si pensava divenisse una presenza enorme nella vostra scaletta per gli anni a venire. Potrebbe diventare rapidamente un alabastro pesante che farebbe andare giù la vostra squadra, un'ancora che non si può eliminare. Il fatto che questo gioco abbia una licenza MLB e MLBPA, permette che vengano utilizzati loghi reali e informazioni circa i giocatori, dando al gioco lucentezza e realismo. Hanno fatto passi da gigante per rendere l'IA degli avversari più aggressiva in campo finanziario.

In breve, Out of the Park Baseball 17 può essere complesso o semplice come si desidera. Questo è il nucleo di un grande gioco. Se vi piace solo sedervi e giocare, questo può essere fatto facilmente. Giocare con la storia è la vostra passione? Fatto. Creare leghe selvaggiamente fantasiose in tutto il mondo? Sì. Il potere è nelle tue mani. Qualunque cosa si voglia fare con questo passatempo nazionale è nelle vostre mani. Lo volete comprare? Vi piace il baseball? Allora sì.

Fonte: an8bitmind.com

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


Condividi questa pagina di GC Recensioni

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to Stumbleupon